Dr.ssa Paola De Stefanis

Cos'è l'endocrinologia

Cos'è l'endocrinologia - Endocrinologiaonline
 
 
L'Endocrinologia è una branca della Medicina, afferente alla Medicina Interna, che si occupa di tutte quelle situazioni fisiologiche e/o patologiche, legate alla funzionalità delle ghiandole cosiddette ENDOCRINE.

La parola ENDOCRINO deriva dal greco "crino"che vuol dire "secerno" e da "endo" che significa "interno", da cui secrezioni INTERNE, ossia nel sangue.
Non sono, infatti, endocrine, tutte quelle ghiandole, come le ghiandole salivari, le cui secrezioni non arrivano nel sangue, bensì nel tubo digerente che è aperto all'esterno, o in altri sistemi (come il sitema linfatico).
Le ghiandole ENDOCRINE producono uno o piu' ormoni che agiscono su altre ghiandole od organi detti "BERSAGLIO", che rispondono all'ormone in questione.
La rottura o alterazione di una o piu "fasi" di questo complesso meccanismo di regolazione porta a disfunzioni e/o  a patologie che possono essere temporanee o permanenti. Qui cercheremo di spiegare le situazioni cui piu' spesso andiamo incontro, senza però tralasciare, situazioni piu' rare e perciò di piu' difficile comprensione, cercando di sfatare alcuni luoghi comuni ed, eventualmente, cercando di dare riposta alle Vostre domande, in maniera semplice e chiara.

LA VISITA ENDOCRINOLOGICA

LA VISITA ENDOCRINOLOGICA - Endocrinologiaonline

Una buona visita endocrinologica, indipendentemente dal problema, consiste, anzitutto, in una  visita medica completa.

S’inizia, infatti, con una buona raccolta anamnestica, ossia con il racconto della storia medica del paziente, considerando sia  il problema attuale, che la storia clinica passata, familiare e fisiologica.

Dopo un’accurata anamnesi, si passa all’esame obiettivo che consiste nel valutare l’aspetto generale (cute, peso, altezza, stato d’idratazione ecc.), cuore, polmoni, addome, pressione arteriosa, più le valutazioni specifiche a seconda dei casi. Ad esempio, in caso di sovrappeso  o obesità, oltre a peso ed altezza, si valuteranno le circonferenze di addome e vita, si calcolerà il rapporto vita/fianchi, calcolo del Body Mass Index (indice di massa corporea) e si eseguirà la plicometria.

Solo dopo aver fatto anamnesi ed esame obiettivo si esamineranno eventuali esami in possesso del paziente e se ne richiederanno altri, se necessario.

DIETE CHETOGENICHE (VLCKD)

DIETE CHETOGENICHE (VLCKD) - Endocrinologiaonline

Le diete chetogeniche, anche internazionalmente indicate con la sigla VLCKD (Very Low Calories Ketogenic Diet), sono ormai da anni praticate in tutto il mondo e  non solo allo scopo di ottenere un dimagramento.

Infatti, le VLCKD, costituiscono una dietoterapia nel sovrappeso e nell’obesità, ma anche in tante altre patologie, metaboliche e non. Diabete Mellito di tipo II, Sindrome Metabolica, Sindrome dell’ovaio policistico (PCOS), Infertilità sia maschile che femminile, acne nei maschi, cefalee resistenti ai farmaci, epilessie resistenti ai farmaci ed altre sono in fase sperimentale con risultati molto promettenti.

Queste diete, che qualcuno definisce iperproteiche, sono NORMOPROTEICHE e si basano sulla riduzione, al di sotto di 50 g/die di carboidrati. A questo dosaggio il glucosio non è più sufficiente a fare da “carburante” per gli organi nobili del nostro corpo che si vede costretto a ricorrere ad un carburante alternativo che è rappresentato dai corpi chetonici.

I copri chetonici si formano dalla lipolisi, ossia dallo scioglimento dei grassi, preservando la massa magra (cosa che non avviene con le altre diete ipocaloriche).

Per questo motivo, il dimagramento che si ottiene con queste diete è “sano”, proprio perché si perde massa grassa, preservando la massa magra (muscoli ed ossa).

Ricapitolando, i vantaggi delle VLCKD, rispetto alle diete tradizionali, sono:

1)      Perdita di grasso e non di muscoli e ossa

2)      Mantenimento della cute senza effetto “pelle in eccesso” e formazione di smagliature

3)      Dimagramento mirato alle zone che lo necessitano

4)      Assenza di fame (dovuta al fatto che il cervello ha il suo carburante e non invia, pertanto, segnali di fame)

5)      Perdita di peso veloce

6)      Facilità a restare a dieta

7)      Miglioramento dei parametri metabolici.

Naturalmente  ci sono delle persone in cui le VLCKD sono controindicate e sono:

1)      Bambini in fase di accrescimento

2)      Gravidanza e allattamento

3)      Gravi aritmie

4)      Insufficienza renale grave (oltre lo stadio 1)

5)      Insufficienza epatica grave

6)      Malattie psichiatriche

7)      Neoplasie in fase attiva

8)      Diabete mellito di tipo I

Tutti gli altri casi, devo essere valutati caso per caso, anche per scegliere il protocollo più adatto.

E’ bene sottolineare che, questo tipo di dieta dev’essere prescritta da un medico o da un nutrizionista esperto e non si adatta assolutamente al “fai da te”.

 

 

Le proteine del siero del latte per dimagrire

Le proteine del siero del latte per dimagrire - Endocrinologiaonline


Poiché l'omeostasi dell'ecosistema intestinale è, almeno parzialmente, dipendente dalla dieta, la sua modulazione può essere attivata da componenti alimentari che sono progettati per esercitare un'azione promettente per la salute.

Le proteine ​​del siero di latte sono considerate fattori promettenti perché influenzano la sazietà e il peso corporeo e costituiscono la fonte di peptidi biologicamente attivi che possono modulare lo stato di salute sia localmente che sistematicamente. In questo modo, le proteine ​​del siero di latte possono aiutare a combattere l'obesità.

Uno studio sul modello animale ha stimato l'impatto delle proteine ​​del siero di latte sulla risposta fisiologica dei topi con obesità. La risposta fisiologica è stata valutata a livello intestinale locale, esaminando il microbiota intestinale come uno dei fattori importanti nell'obesità e a livello sistemico, analizzando la risposta dell'organismo.

Le proteine ​​del siero di latte hanno determinato la diminuzione della massa grassa con un aumento simultaneo della massa magra e si sono dimostrate utili per aiutare a ripristinare il numero di bifidobatteri benefici negli animali obesi e il livello di LDL.

Complessivamente, l'integrazione della dieta ad alta percentuale di grassi con proteine ​​del siero di latte ha agito localmente mediante il ripristino dell'ecosistema intestinale, impedendo la disbiosi ed i suoi effetti e ha agito anche sistematicamente rafforzando l'organismo aumentando la massa magra e quindi ostacolando gli effetti negativi dell'obesità.
 

Autori: Swiątecka D1Złotkowska DMarkiewicz LHSzyc AMWróblewska B.P
Fonte: Food Funct. 2017 Apr 19;8(4):1708-1717. Di 
Link della fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28382342
 

Secondo studio medico:Via Tacito, 7 (zona Cola di Rienzo)00193 Roma RMP.IVA: 09760770587
Endocrinologiaonline

NOVITA': DIETA PROTEICA Dimagrire in modo semplice, senza farmaci e senza soffrire la fame. ADATTA ANCHE A VEGANI

LA TIROIDE E LE SUE PATOLOGIE

LA TIROIDE E LE SUE PATOLOGIE - Endocrinologiaonline

Un libro semplice, adatto a tutti. ACQUISTA